fbpx

Termine Tutela: Cosa devi assolutamente sapere

Finalmente arrivano grandi notizie riguardo alla rivoluzione energetica del 2024! Sembra che il mercato tutelato dell’energia stia per dirci addio, mettendo fine a un processo che è iniziato nel lontano 2007. Questo cambiamento, che ci ha tenuti tutti con il fiato sospeso per anni, si sta avvicinando sempre di più. Quindi, non possiamo permetterci di farci trovare impreparati!

Il potere di scegliere consapevolmente è finalmente nelle nostre mani, anche se dovremo metterci un po’ d’impegno. Le grandi aziende (PMI), sanno già di cosa si sta parlando, ma ora è il momento anche per i privati e le piccole aziende di capire i vantaggi che il mercato libero offre per chi è attento e informato.

Nel mercato libero si risparmia rispetto a quello tutelato?

La risposta non è così semplice e univoca come può sembrare. Sì, è possibile risparmiare di più nel mercato libero, ma bisogna fare attenzione. Le offerte devono essere monitorate e aggiornate regolarmente, a seconda del tipo di contratto che scegliete e delle condizioni di mercato del periodo. Quindi, sì, si può risparmiare di più, ma bisogna imparare a prendersi cura del tuo portafoglio!

Mentre ci avviciniamo al 2024, è importante prepararsi a questo cambiamento e sfruttare al massimo il potere di scelta nell’energia. Ecco alcune date chiave da tenere a mente:

  • Gennaio 2024: Termine della tutela gas per i clienti domestici non vulnerabili.
  • Aprile 2024: Termine della tutela energia per i clienti domestici non vulnerabili.

Chi sono i clienti vulnerabili?

Sono coloro che percepiscono il bonus sociale, hanno un’età superiore ai 75 anni o sono soggetti con disabilità ai sensi dell’articolo 3 legge 104/92.

Per questa categoria di clienti, ci saranno condizioni contrattuali ed economiche già definite dall’ARERA. 

Quindi non siamo più tutelati?

In realtà no, il termine “Maggior Tutela” ha sempre creato una gran confusione tra le persone, in quanto sembra che esista un mercato tutelato e un mercato non tutelato, ma non è così, anzi.

Il Mercato Libero, da un certo punti di vista è anche più tutelato del mercato di “Maggior Tutela”, non tanto per le normative, ma principalmente per due fattori fondamentali:

  1. La libera concorrenza tra fornitori che porta ad una creazione di prezzo definito dall’incontro tra domanda e offerta e quindi ad una maggiore convenienza di costi.
  2. Una maggior cura del cliente da parte dei fornitori (soprattutto quelli medio-piccoli come Greenius), che si impegnano a creare un’esperienza d’acquisto ideale per acquisire e mantenere i propri clienti.

Tutto questo, nella Maggior Tutela non è mai esistito.

  1. Il prezzo veniva stabilito dall’autorità trimestralmente in base a delle statistiche e successivamente perequato nel caso fosse stato troppo basso rispetto alle previsioni. Senza contare che il cliente non ha la possibilità di contrattare il prezzo in alcun modo.
  2. Il customer care totalmente inesistente in quanto la compagnia che gestiva la maggior tutela, non aveva alcun ritorno di tipo economico nel farlo.

Il termine “Tutela” infatti, voleva riferirsi solo al fatto che ad un cliente gli sarebbe stata sempre e comunque garantita la fornitura di energia o gas, anche nel caso si fosse trovato sprovvisto di un fornitore del mercato libero. Ma a parte questo, non c’è mai stata una maggior tutela rispetto al mercato libero, semmai il contrario. 

Preparatevi, cari Greeners! Il futuro dell’energia è nelle vostre mani, e il 2024 è l’anno in cui potete fare la differenza. Non lasciate che la rivoluzione energetica vi sfugga di mano. Siate informati, prendete decisioni intelligenti e risparmiate! Se avete bisogno di una guida o di consulenza, siamo qui per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi energia verde certificata