fbpx

Perdite di Rete: Cosa sono e perché si pagano?

È una mattina come le altre, squilla il telefono in ufficio. Rispondo. È la voce preoccupata di un nostro Greener, il quale mi spiega che è passato da lui un consulente di energia e gli ha detto che, gli stiamo applicando delle perdite di rete e che quindi deve contattare il suo elettricista per rifasare l’impianto e cambiare fornitore per recuperare i soldi. 

Diciamo che il consulente in oggetto non ha cercato di truffare il nostro cliente, ma che sia in totale buona fede. Possiamo dire con assoluta fermezza che ha detto un sacco di fesserie.

Dopo aver tranquillizzato il cliente spiegando che le “Perdite di Rete” sono una cosa del tutto normale e che non dipendono dal fornitore, ma dall’Autorità, ho posato il telefono e mi sono chiesto/detto:

“Quante persone rischiano di inciampare in situazioni del genere? C’è bisogno di un articolo per informare e quindi proteggere i consumatori.”

Vediamo quindi di fare chiarezza una volta per tutte su questo argomento.

Indice dei Contenuti

Cosa sono le perdite di rete?

Le perdite di rete sono tutte quelle perdite naturali di energia che si verificano durante il trasporto di energia elettrica dalla centrale ai luoghi di fornitura. 

In altre parole, l’energia elettrica che viene trasportata dalla centrale di produzione alla tua azienda o casa tua, viene dispersa durante il tragitto che deve fare. Più è corto il tragitto che l’energia deve fare e meno dispersione c’è, viceversa, più è lungo il tragitto e più c’è dispersione.

Dal momento che non è possibile calcolare in modo specifico quali sono le perdite di rete per fornire ciascun cliente, l’Autorità ha fissato dei parametri che vengono applicati a chiunque. Questi parametri sono:

  • 10,2% dei consumi per le utenze in Bassa Tensione
  • 3,8% dei consumi per le utenze in Media Tensione

Esempio di perdita di rete

Se sei un utente servito in Bassa Tensione e il tuo consumo di energia per il mese di fornitura è di 100 kWh, ti viene fatturato un consumo pari a 100 kWh + 10,2% cioè 110,2 kWh.

Se sei un utente in media Tensione e il tuo consumo di energia per il mese di fornitura è di 100 kWh, ti viene fatturato un consumo pari a 100 kWh + 3,8% cioè 103,8 kWh.

NB: Il prezzo delle perdite di rete è lo stesso del prezzo dell’energia. Infatti, nelle offerte che i fornitori del mercato libero ti propongono viene sempre specificato che i prezzi segnati non sono comprensivi delle perdite di rete. 

Voce perdita di rete in bolletta

Se vuoi verificare a quanto ammontano le tue perdite di rete, le puoi trovare consultando il dettaglio delle tue bollette (quindi non la bolletta semplificata 2.0). Sono inserite all’interno della macro-voce “Spesa per la Materia Energia”. 

Consigli per non farsi truffare

Attento a non farti raggirare da un venditore poco onesto o poco preparato sull’argomento. Quando ti fanno i conti per farti vedere quanto risparmieresti con il nuovo fornitore, devi assicurarti che nel calcolo comprendano anche le Perdite di Rete.

Stai un attimo a far comparire un risparmio del 10,2% semplicemente omettendo le Perdite di Rete all’interno del calcolo.

La prossima volta che qualcuno ti parla di Perdite di Rete saprai esattamente di cosa si tratta, perché si pagano e soprattutto saprai che non serve contattare il tuo elettricista perché fanno parte di una delle centinaia di voci che trovi all’interno delle bollette.

Se vuoi maggiori informazioni sulle offerte di Greenius e scoprire quali sono i vantaggi del Genio dell’Energia, puoi cliccare sul tasto qui sotto e chiedere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi energia verde certificata